Nanananananana…

4 05 2011

Sappi amore mio
Che se avanza un pezzo di sto cuore è cuore tuo
Tu dici sì per sempre io per non morire
Ho tatuato te
Sappi amore mio
Che adesso io e te siam diventati noi
I giorni intensi sono i giorni da rifare
Senti amore mio…
Sappi amore mio
Che brutto tempo non è sempre un temporale
Che sei la pelle che ho deciso di tenere
Qua tra poco nevica…

(Qui tra poco arriva l’estate amore mio, ma in realtà sei tu la mia estate tutto l’anno…)





Giù il gettone…altro giro altra corsa…

17 02 2010

Partenze, arrivi, autostrada, treni, caselli, pedaggi, benzinai, autogrill, valige, gesti e azioni di una normalità quasi quotidiana, per meglio dire settimanale o giù di li… E poi…? Accadono cose rapide così incredibilmente repentine da non riuscire a realizzare, sai solo che devi cavartela comunque sia in qualunque modo vada… Solitamente nella mia vita succede sempre tutto così, lunghe attese per poi esplodere nei cambiamenti, tipo un’onda gigante che si abbatte sulla costa, un vortice che mi travolge e stravolge, a volte la devastazione è positiva altre è solo devastazione, e così ancora una volta si riparte, questa volta la devastazione è stata moooolto postitiva, forse quasi incredibile per alcuni aspetti, e ora la prospettiva del mio futuro è decisamente diversa forse un po più vicina a quello che vorrei, un po più vicino a toccare i miei sogni, ora il cielo, il sole, sono sì sempre gli stessi, ma ora, adesso, il punto di vista è dalla stessa prospettiva uno affianco all’altro con il naso all’insù, mano nella mano e con l’altra a disegnare sogni tra le nuvole e l’azzurro, così, si va verso una primavera dai profumi diversi di una terra che ancora devo scoprire che ancora devo vivere dopo tanti sospiri tanti forse, tanti ma, ora è arrivato il momento ora sono qui, ora sono accanto a te amore mio…





Resta sempre un po di amaro in bocca

26 02 2009

Scivolo fuori da vicende durate mesi, da sfighe durate anni, lentamente ogni cosa arriva al suo termine, un momento per prendere un bel respiro, tutto ammaccato e ancora stordito dalle botte di questi mesi non riesco a focalizzare se questo momento di quiete è così davvero, o se devo di nuovo prepararmi a qualche altra cosa imminente, io spero ci sia un po di tregua, almeno il tempo di far guarire qualche ferita, almeno il tempo di lasciare defluire rabbia e voglia di vendetta…  in giro tra amici e colleghi di lavoro vedo che alla fine si è tutti sulla stessa barca, il momento è nero per tutti, ognuno combatte la propria guerra, si cerca di stare impiedi… io non ci sono più da un pezzo… ma infondo quello che non ammazza rafforza no? mi rialzerò…

C’è però una cosa che in questo periodaccio non è mai cambiata ed è stata l’unica cosa veramente bella… l’avere a fianco la persona più importante della mia vita, anche lei con i suoi problemi e sfortune, ma sempre e comunque insieme, a tenerci la mano l’un l’altro, a combattere in due contro ogni avversità, a tenere duro anche quando non ci si poteva vedere, ogni attimo vissuto insieme a lei è una piccola goccia di luce che porto con me, e resta ad illuminare il mio cuore anche nella notte più buia, è il mio pensiero fisso su di lei, è tutti i sogni che ho e che vorrei insieme a lei, è il mio amore per lei, l’unica cosa vera per cui non smetterò mai di lottare.

Ci vuole coraggio, pazzia, incoerenza, forza, pazienza, dedizione, e il cuore, tutto quanto senza pensarci più, e ancora non è abbastanza, ci vuole anche fortuna, e non sempre la persona giusta la trovi… ma se ti capita un giorno di renderti conto che stando con quella persona non riesci a capacitarti di quanto ci stai bene, e questo stare bene ti succede anche dopo molto tempo che ci sei insieme, beh, allora hai la certezza che nulla nella vita può diventare più importante di lei e lotterai per questo lotterai per il VOI se ami davvero…

…è sempre e solo l’amore la vera linfa di ogni vita.

Ti amo Fede! andiamo a riprenderci la nostra boccata d’aria!





Ho scelto l’amore

30 10 2008

Ho capito che alla fine quello che nella vita veramente conta ed è la cosa primaria e basilare è avere culo… Culo, fortuna, buona sorte, chiamatela come volete, ma resta il fatto che se la fortuna non è al tuo fianco, anche le cose più semplici da fare o da raggiungere possono diventare dei veri e propri calvari, percorsi faticosi che portano a grossi stress emotivi, che sanno farti scoprire che le parole “peggio di così non può andare” è solo utopia ed è brutto scoprire che c’è ancora di peggio di quello che avresti potuto immaginare… Non ci sono limiti, può esserci una fortuna sfrenata o una sfiga sfrenata, tutto dipende solo da come il destino in quel momento ha deciso di giocare con te…

Quindi, è così che mi ritrovai in una selva oscura che la diritta via era smarrita… L’ho presa un po troppo Dantesca la cosa? ok rifaccio, quindi mi sono accorto che non è vera la frase “se vuoi puoi” anzi è proprio una cazzata immane, perchè te come persona si che vuoi e cerchi di ottenere, ma se le cose non decidono di farti ottenere puoi star tranquillo che nemmeno con una bacchetta magica, un miracolo, o andando a Lourdes le ottieni… Alla fine tutto mi ha portato a sacrificare sempre di più quello che stava attorno a me, fino al limite, fino all’insostenibile, è come un maratoneta che corre come un matto, ad un certo punto stanco, sudato e con il fiatone si ferma, si gira indietro e vede che non ha guadagnato nemmeno un metro, allora si sposta dalla strada, si mette sul prato affianco, e si sdraia a guardare il cielo, piano, piano i sensi tornano ad evidenziare il profumo dell’erba, i colori delle cose sono più vivi, ti accorgi di aver perso di vista un po “il gusto del vivere”, ti accorgi di aver trascurato quello che avevi intorno solo per raggiungere l’arrivo a tutti i costi…

Beh… sapete una cosa, io alla fine ho deciso, non me ne frega più niente dell’arrivo, se lo vedrò o non lo vedrò no cambia nulla, ho deciso per l’amore verso me stesso, e verso la mia ragazza, ho deciso che la strada da fare la voglio fare mano nella mano con lei fermandomi di tanto in tanto a cogliere un fiore lungo la strada per regalarglielo, camminando insieme, chiaccherando, ridendo, gustandoci giorno per giorno i colori delle stagioni, i profumi dei luoghi, i sapori delle nostre labbra… La vera bellezza di tutto non stà nel raggiungere l’arrivo, ma nel godersi metro dopo metro il viaggio…

…e ora ne ho le prove!!!

lacio drom a tutti…





Mille significati in una foto… questo è il mio pensiero…

25 07 2008

1888569-lg.jpg





Per me l’amore è:

1 05 2008

the_peking_acrobats1_medium.jpgL’amore è come i piatti cinesi di artisti circensi, ogni piatto è un punto fondamentale da non sottovalutare mai, più il tempo passa più si aggiungono piatti, ogni cosa deve avere il proprio spazio e la propria importanza, dando però ad ogni cosa il giusto peso, senza che una prenda il sopravvento su tutte le altre, il romanticismo e la vita da coppietta, la casa, il lavoro, i figli, i suoceri, ogni piatto però non va mai tralasciato, perchè se cade e si rompe si rischia di esser distratti e di far cadere anche tutto il resto…

… essì… l’amore è proprio come i piatti cinesi si comincia con uno e anche quando arrivi al ventesimo devi sempre ricordarti di alimentare il primo e gli altri 19 dando a tutti la giusta spinta senza esagerare con nessuno…

Però… credo  che chi ha capito davvero tutto dell’amore è quello che il piatto l’ha preso, ci ha messo dentro una bella pastasciutta e se l’è magnata!!!

Cristian 28 anni  😛





COS’E’ L’ AMORE?

30 04 2008

Questo è il risultato di una ricerca seria, effettuata da esperti di educazione e psicologia, con un gruppo di bambini dai 4 agli 8 anni.

Risposte:

“AMORE E’ QUANDO QUALCUNO TI DISTURBA, E TU, ANCHE SE SEI MOLTO ARRABBIATO, NON GRIDI, PERCHE’ SAI CHE FERISCI I SUOI SENTIMENTI”

MATEOS, 6 ANNI

“QUANDO MIA NONNA SI E’ AMMALATA DI ARTRITE, NON POTEVA CHINARSI PER DIPINGERSI LE UNGHIE DEI PIEDI, E MIO NONNO, DA ALLORA, LE DIPINGE LE UNGHIE ANCHE SE ANCHE LUI HA L’ARTRITE”

REBECA, 8 ANNI

“AMORE E’ QUANDO UNA BAMBINA SI METTE IL PROFUMO E IL BAMBINO SI METTE IL DOPOBARBA, ESCONO INSIEME E SI ANNUSANO”

CARLITOS, 5 ANNI

“IO SO CHE MIA SORELLA MAGGIORE MI AMA. PERCHE’ MI HA DATO TUTTI I SUOI VESTITI VECCHI E LEI E’ DOVUTA USCIRE A COMPRARSI DEI VESTITI NUOVI”

LORENA, 4 ANNI (sagace… la sorella…)

“AMORE E’ COME UNA VECCHIETTA E UN VECCHIETTO CHE SONO ANCORA MOLTO AMICI, ANCHE SE SI CONOSCONO DA MOLTO TEMPO”

TOMASITO, 6 ANNI

“QUANDO QUALCUNO TI AMA, IL MODO IN CUI DICE IL TUO NOME E’ DIVERSO”

PATRICIO, 4 ANNI ( beeeeello!)

“AMORE E’ QUANDO VAI A MANGIARE E OFFRI LE TUE PATATE FRITTE, SENZA ASPETTARTI CHE L’ALTRA PERSONA TI OFFRA LE SUE”

CRISTINITA, 6 ANNI

“AMORE E’ QUELLO CHE SENTIAMO A NATALE, QUANDO HAI FINITO DI APRIRE I REGALI E LI GUARDI”

ROBERTITO, 5 ANNI

“SE VUOI IMPARARE AD AMARE MEGLIO, DEVI COMINCIARE CON UN AMICO CHE A TE NON PIACE”

MAGGIE, 6 ANNI

“QUANDO PARLI CON QUALCUNO DI TE, DI QUALCHE COSA CATTIVA, ANCHE SE HAI PAURA CHE QUELLA PERSONA NON TI AMI PIU’ PER QUEL MOTIVO, ALLORA TI SORPRENDI, PERCHE’ NON SOLO CONTINUA AD AMARTI COME PRIMA, MA TI AMA ANCORA DI PIU’”

QUENITA, 7 ANNI (avete inteso la profondità di questa espressione?)

“CI SONO DUE TIPI DI AMORE, IL NOSTRO AMORE E L’AMORE DI DIO, MA L’AMORE DI DIO LI UNISCE TUTTI E DUE”

JAIMITO, 4 ANNI

“AMORE E’ QUANDO LA MAMMA VEDE IL PAPA’ SPORCO E PUZZOLENTE E DICE CHE E’ PIU’ BELLO DI ROBERT REDFORD”

CRISTINA, 8 ANNI (che sincerità…)

“DURANTE IL MIO SAGGIO DI PIANO, HO VISTO IL MIO PAPA’ IN PLATEA CHE ALZAVA LA MANO E SORRIDEVA. ERA L’UNICA PERSONA CHE LO FACEVA, E IO NON AVEVO PAURA”

MARCELA, 8 ANNI (dolcissima… che bello…)

“AMORE E’ QUANDO DICI A UN BAMBINO CHE INDOSSA UNA BELLA CAMICIA E LUI SE LA METTE TUTTI I GIORNI”

NOELIA, 7 ANNI (va bè… ma poi la laverà?!)

“NON DOVREMMO DIRE TI AMO SE NON QUANDO LO SENTIAMO DAVVERO, E SE LO SENTIAMO, DOVREMMO DIRLO MOLTE VOLTE. LE PERSONE SI DIMENTICANO DI DIRLO”

JESSICA, 8 ANNI

“AMORE E’ ABBRACCIARSI E BACIARSI, AMORE E’ DIRE NO”

PATY, 8 ANNI

“AMORE E’ QUANDO IL TUO CANE TI LECCA IL VISO, ANCHE SE TU LO LASCI SOLO TUTTO IL GIORNO”

ANITA, 4 ANNI

“QUANDO AMI QUALCUNO, I SUOI OCCHI SI ALZANO E SI ABBASSANO, E PICCOLE STELLINE ESCONO DA TE”

KARINA, 7 ANNI

“DIO AVREBBE DOVUTO DIRE ALCUNE PAROLE MAGICHE PERCHE’ I CHIODI CADESSERO DALLA CROCE, MA NON LE HA DETTE. QUESTO E’ AMORE”

MAX, 5 ANNI (sicuramente la miglior definizione di amore che ho letto fino ad oggi)