SI!

15 06 2011

Tanta soddisfazzione tanta fierezza, 400 km per un voto utile, per un segnale ancora più importante… Forse qualcosa sta cambiando, mi piacciono i cambiamenti, possibilmente positivi però eh!

Io continuo a crederci nell’Italia.





REFERENDUM 12-13 GIUGNO 2011 DA DIVULGARE

13 05 2011

Da un’e-mail che ho ricevuto. Divulgate copiate e incollate.

Ciao a  tutti,
confermo la necessità di questo passaparola, aggiungendo che si
tratta di informazione per ri-affermare i diritti costituzionalmente
garantiti . Il dramma è che sembra la maggior parte della popolazione
non sia consapevole di quanto sta avvenendo.
Quello che Vi porto è solo un piccolo esempio. Sono una ricercatrice,
mi occupo di diritto ambientale e di risorse idriche. Ieri mattina
dovevo intervenire ad un programma RADIO RAI (programmato ormai da due
settimane) per parlare del referendum sulla privatizzazione dell’acqua
e chiarirne meglio le implicazioni giuridiche.
‘E arrivata una circolare interna RAI alle 8 di ieri mattina che ha
vietato con effetti immediati a qualunque programma della RAI di
toccare l’argomento fino a giugno (12-13 giugno quando si terrà il
referendum), quindi il programma è saltato e il mio intervento pure.
Questo è un piccolo esempio delle modalità con cui “il servizio
pubblico” viene messo a tacere e di come si boicotti pesantemente la
possibilità dei cittadini di essere informati e di intervenire (secondo
gli strumenti garantiti dalla Costituzione) nella gestione della re
pubblica. Di fronte a questa ennesima manifestazione di un potere
esecutivo assoluto che calpesta non solo quotidianamente le altre
istituzioni, ma anche il popolo italiano di cui invece si fregia di
esser voce ed espressione, occorre  riappropriarci della nostra voce
prima di perderla definitivamente.
Il referendum è evidentemente anche questo!
Mariachiara Alberton

RICORDATEVI CHE DOVETE PUBBLICIZZARLO VOI IL REFERENDUM… perchè il
Governo non farà passare gli spot ne’ in Rai ne’ a Mediaset.
Sapete perché ? Perché nel caso in cui riuscissimo a raggiungere il
quorum
lo scenario sarebbe drammatico per i governanti ma stupendo per tutti
i
cittadini italiani:
Vi ricordo che il referendum passa se viene raggiunto il quorum. E’
necessario che vadano a votare almeno 25 milioni di persone
Il referendum non sarà  pubblicizzato in TV.

I cittadini, non sapranno nemmeno che ci sarà un referendum da votare
il
12 giugno.      QUINDI : I cittadini, non andranno a votare il
referendum.

Vuoi che le cose non vadano a finire cosi ? Copia-incolla e
pubblicizza il
referendum a parenti, amici, conoscenti e non conoscenti.
Passaparola!





Appena prima dell’estate…

10 05 2011

Tintarella di luna, tintarella color latte… no non mi è presa una malinconia degli anni sessanta, anche perchè io nemmeno ero nei più lontani progetti dei miei genitori in quell’epoca, ma quello che mi premeva dire e domandare è: Ma voi ci avete mai fatto caso a quanto si è tremendamente bianchi prima dell’inizio dell’estate e che linea scura appena sotto la vita invece a fine estate??? Lo so messa così è proprio una domanda del cazzo, mi spiego meglio, io sono di carnagione piuttosto chiara non mi capacito di quanto sono pallido (se non faccio docce solari ecc…) in questo periodo praticamente non c’è distinzione nel mio corpo tra parti chiare e scure di pelle, ogni anno resto sconvolto da questa cosa, e dalla differenza pazzesca del colore di pelle a fine estate, come mi gongolo guardandomi l’abbronzatura, mi sconvolgo se rifletto a quanto cavolo sono bianco in questo perioro… Non so, forse mi capiscono solo le persone di carnagione chiara, mah… Vi lascio con una bella foto dell’anno scorso di me al mare…

ps. ho le febbre….si nota?





“Sei fuori tempo…”

29 03 2011

Giorni di vaga tristezza che vaga tristemente… Un sottobosco di tristezza che sotto sotto mi rimane costante durante il giorno… “pUltroppo” non andrò a “campovolo”…chi mi conosce può capire, quanta tristosa tristezza può esserci in me, in questi giorni di prevendita… e la cosa brutta è che ormai anche la prelazione che avevo prima che iniziasse la prevendita non c’è più, quella che consentiva all’area sottopalco… Tutto perchè ormai sono state fatte scelte diverse e programmi diversi, e un portafogli a “fisarmonica” come dicono i vecchi non ce l’ho…

…….però…….. che tristezza triste….





Le donne lo sanno le donne l’han sempre saputo

8 03 2011

Auguri a tutte le meravigliose creature che questo mondo ha chiamato Donne. Sento di dire auguri a tutte le donne che vogliono farsi sentire anche quando la religione o il paese in cui sono nate le vuole imbavagliare, auguri a chiunque si sente invece libera, auguri a chi ama, auguri a chi si sente amata, auguri a chi canta perchè è felice e a chi versa lacrime amare, auguri a chi ce l’ha fatta e a chi ci sta arrivando, auguri a chi fa l’amore con un uomo e a chi fa l’amore con un’altra donna, auguri per ogni attimo della vostra vita che vi sentirete splendide, leggere, e uniche perchè così vorrei che foste sempre, perchè così siete. Sarebbe bello poter avere anche solo un vostro pregio o magari difetto, poter avere anche solo un po della vostra sensibilità, o un po’ della vostra forza nel restare sempre in piedi tra lavoro casa e famiglia, e quelli che si lamentano di esser stanchi siamo noi uomini… auguri a voi che avete la forza nel dare alla luce una vita… Un giorno tutto per voi,  forse per poter avvicinarci e cercare di capirvi, stimarvi, osservarvi un po di più… Auguri speciali alla mia fidanzata perchè è così meravigliosa che ancora mi domando se sto sognando o per davvero lei ha scelto me…





VerdeBiancoRosso

24 02 2011

1979 da qui parte la mia storia, vi è mai capitato di provare ad andare su Wikipedia e scrivere l’anno in cui siete nati per vedere tutte le notizie dei fatti più rilevanti accaduti in quell’anno? Non è male la cosa, nel 1979 scoprono che Giove è circondato da un anello, l’Egitto e Israele firmano un trattato di pace, che Andreotti è al suo quinto governo, che ci sono state le elezioni politiche anticipate, che Boris Giuliano capo della mobile di Palermo viene assassinato mentre prendeva un caffè al bar, mandante Totò Riina… che c’era ancora un gran fermento tra i bagni di sangue di mafia e camorra e quelli con le brigate rosse e la politica era nel bel mezzo di tutte queste stragi…

Però c’era gente che lottava per la legalità per l’onore e l’orgoglio Italiano, mentre io cresevo dai bassi tavolini dell’asilo passando ai banchi di scuola l’Italia si evolveva e il benessere generale che aumentava un po’ per tutti metteva a tacere o perlomeno calmava gli animi intrisi di ribellione, anche se la voglia di parità per tutti rimaneva.

La mia prima bandiera Italiana l’ho avuta a 11 anni al mio primo mondiale vissuto da vicino “Italia 90”, ero molto fiero di quella bandiera e del mio paese l’Italia, un paese che in quell’anno si era mobilitato per accogliere tutto il mondo attorno ad un pallone… gli anni successivi volarono e da quel tricolore sventolato per la Nazionale Italiana mi ritrovai a vedere il tricolore con una divisa militare,  ero fiero di portare sul braccio il tricolore, è stato lì che ho imparato a memoria l’inno di Mameli, è li che ho imparato parola per parola il suo vero significato… il paese in cui vivo… un paese meraviglioso baciato sui tre quarti del territorio dal mare, protetto da una delle catene montuose più famose al mondo, splendido nella varietà dei cibi, tutti derivanti dalla nostra storia, dai nostri nonni, bisnonni, trisavoli, che nella povertà per sopperire ai pochi soldi e a famiglie numerose hanno fatto creazioni che oggi vengono gustate e stimate in tutto il mondo con marchi DOC e DOP. Sono fiero di avere nel cuore il nostro tricolore, e un po’ mi dispiace non aver potuto vivere anche i 119 anni già passati, credo proprio che sia un ONORE essere ITALIANO, e il 17 Marzo festeggerò mettendo il tricolore alla finestra!

Nonostante tutto quello che ho appena detto non vuol dire che mi sento rappresentato da questo governo, ma non per questo disprezzo il mio paese, non sono così ipocrita da disprezzarlo con una mano o meglio con un dito particolare della mano, e con l’altra mano mi metto in tasca la retribuzione che mi dà il governo, lo stato o come la chiamano loro “ROMA LADRONA” stipendiati per scaldare poltrone della stessa “Roma ladrona” di cui fanno parte. L’unico sole delle Alpi è quello che fa luccicare i ghiacciai, quello che mi abbronza in una passeggiata in montagna o durante una sciata, e per tutti quelli che pur vivendo in ITALIA pur prendendo soldi dal governo Italiano perchè hanno uno statuto speciale, perchè hanno le comunità montane, e di conseguenza quei soldi che vi arrivano escono sempre dalle nostre tasche QUELLE DI NOI ITALIANI, ecco a tutti voi abitanti a ridosso dei confini che vi sentite inadeguati qui in ITALIA, e non vi sentite ITALIANI… Beh… TOGLIETEVI PURE DAI COGLIONI CHE TANTO LA VOSTRA MANCANZA NON LA SENTIREMO!!! Andate pure nei vostri stati vicini dove sicuramente vi sentirete meglio e più adeguati, dove sarete liberi di non parlare L’ITALIANO,  lasciate pure a noi le vostre baite che qui in ITALIA noi ci stiamo benissimo e tutto sommato una baita a gratis e uno stronzo in meno non ci dispiace affatto!





Mi sento così

20 01 2009

catsgne-nel-riccio.jpg

Periodo così, morale molto autunnale, introverso e pieno di punte pungenti per tenere alla larga chiunque si avvicina troppo, a volte tengo le persone distanti anche involontariamente, ma succede, è così, fa parte di me anche questa faccia, chiusa e distaccata, forse è una difesa per quando sono molto vulnerabile, non cerco nessuno non parlo con nessuno di me e dei fatti miei, mi rendo quasi impenetrabile anche da chi mi sta più vicino, dovrei sforzarmi ed abbassare un po di più i muri, almeno con chi so di poterlo fare, e fare entrare più spesso almeno chi già ha le chiavi del mio cuore…