REFERENDUM 12-13 GIUGNO 2011 DA DIVULGARE

13 05 2011

Da un’e-mail che ho ricevuto. Divulgate copiate e incollate.

Ciao a  tutti,
confermo la necessità di questo passaparola, aggiungendo che si
tratta di informazione per ri-affermare i diritti costituzionalmente
garantiti . Il dramma è che sembra la maggior parte della popolazione
non sia consapevole di quanto sta avvenendo.
Quello che Vi porto è solo un piccolo esempio. Sono una ricercatrice,
mi occupo di diritto ambientale e di risorse idriche. Ieri mattina
dovevo intervenire ad un programma RADIO RAI (programmato ormai da due
settimane) per parlare del referendum sulla privatizzazione dell’acqua
e chiarirne meglio le implicazioni giuridiche.
‘E arrivata una circolare interna RAI alle 8 di ieri mattina che ha
vietato con effetti immediati a qualunque programma della RAI di
toccare l’argomento fino a giugno (12-13 giugno quando si terrà il
referendum), quindi il programma è saltato e il mio intervento pure.
Questo è un piccolo esempio delle modalità con cui “il servizio
pubblico” viene messo a tacere e di come si boicotti pesantemente la
possibilità dei cittadini di essere informati e di intervenire (secondo
gli strumenti garantiti dalla Costituzione) nella gestione della re
pubblica. Di fronte a questa ennesima manifestazione di un potere
esecutivo assoluto che calpesta non solo quotidianamente le altre
istituzioni, ma anche il popolo italiano di cui invece si fregia di
esser voce ed espressione, occorre  riappropriarci della nostra voce
prima di perderla definitivamente.
Il referendum è evidentemente anche questo!
Mariachiara Alberton

RICORDATEVI CHE DOVETE PUBBLICIZZARLO VOI IL REFERENDUM… perchè il
Governo non farà passare gli spot ne’ in Rai ne’ a Mediaset.
Sapete perché ? Perché nel caso in cui riuscissimo a raggiungere il
quorum
lo scenario sarebbe drammatico per i governanti ma stupendo per tutti
i
cittadini italiani:
Vi ricordo che il referendum passa se viene raggiunto il quorum. E’
necessario che vadano a votare almeno 25 milioni di persone
Il referendum non sarà  pubblicizzato in TV.

I cittadini, non sapranno nemmeno che ci sarà un referendum da votare
il
12 giugno.      QUINDI : I cittadini, non andranno a votare il
referendum.

Vuoi che le cose non vadano a finire cosi ? Copia-incolla e
pubblicizza il
referendum a parenti, amici, conoscenti e non conoscenti.
Passaparola!





Dissolvenza apparente

10 02 2011

Ci tengo a dire…. che ci sono ancora.

Ci sono parecchie cose da raccontare, ma poco spazio, poco tempo per farlo, diciamo che mi mancano gli spazi personali quelli dove ti rinchiudi per scrivere un post, quelli dove ti metti comodo a leggere un libro, o quelli per fare una corsa di una mezzoretta, insomma, sono in fase di “risparmio energetico” dove faccio giusto il minimo per non far morire  proprio lo spirito in attesa di tempo e spazio.

Comunque!! vi aggiorno su quello che ho visto, imparato, e quello che ho scoperto, ora so piuttosto bene parecchie parolacce in dialetto genovese, come sempre sono le prime cose che impari qualsiasi parte del mondo vai, per il resto se capitava che mi parlassero in dialetto per la maggiorparte delle volte annuivo con la faccia e il sorrisino da ebete, e poi un inevitabile “eh?” utile a farsi rendere potabile ogni frase, ma lo sapevate che qui se magari ti trovi il sabato sera in giro e non si sa cosa fare la frase che potrebbe saltar fuori è “andiamo a Milano a bere un caffè?” caspita è tutta la vita che la vivo al contrario questa frase, perchè per me era normale dire “andiamo a Genova a bere un caffè” era un caposaldo della mia esistenza e ora scopro che i Liguri se ne vengono a Milano pure loro a bersi un caffè, caspita pensa che via vai in autostrada tutto per un cazzo di caffè!!!

Tra le cose più importanti però volevo lasciarvi quest’ultima… ho visto il mare in ogni stagione dell’anno… tranquilli è vero il mare resta sempre li anche dopo l’estate e ora ne ho le prove!





Giù il gettone…altro giro altra corsa…

17 02 2010

Partenze, arrivi, autostrada, treni, caselli, pedaggi, benzinai, autogrill, valige, gesti e azioni di una normalità quasi quotidiana, per meglio dire settimanale o giù di li… E poi…? Accadono cose rapide così incredibilmente repentine da non riuscire a realizzare, sai solo che devi cavartela comunque sia in qualunque modo vada… Solitamente nella mia vita succede sempre tutto così, lunghe attese per poi esplodere nei cambiamenti, tipo un’onda gigante che si abbatte sulla costa, un vortice che mi travolge e stravolge, a volte la devastazione è positiva altre è solo devastazione, e così ancora una volta si riparte, questa volta la devastazione è stata moooolto postitiva, forse quasi incredibile per alcuni aspetti, e ora la prospettiva del mio futuro è decisamente diversa forse un po più vicina a quello che vorrei, un po più vicino a toccare i miei sogni, ora il cielo, il sole, sono sì sempre gli stessi, ma ora, adesso, il punto di vista è dalla stessa prospettiva uno affianco all’altro con il naso all’insù, mano nella mano e con l’altra a disegnare sogni tra le nuvole e l’azzurro, così, si va verso una primavera dai profumi diversi di una terra che ancora devo scoprire che ancora devo vivere dopo tanti sospiri tanti forse, tanti ma, ora è arrivato il momento ora sono qui, ora sono accanto a te amore mio…





Mi sento così

20 01 2009

catsgne-nel-riccio.jpg

Periodo così, morale molto autunnale, introverso e pieno di punte pungenti per tenere alla larga chiunque si avvicina troppo, a volte tengo le persone distanti anche involontariamente, ma succede, è così, fa parte di me anche questa faccia, chiusa e distaccata, forse è una difesa per quando sono molto vulnerabile, non cerco nessuno non parlo con nessuno di me e dei fatti miei, mi rendo quasi impenetrabile anche da chi mi sta più vicino, dovrei sforzarmi ed abbassare un po di più i muri, almeno con chi so di poterlo fare, e fare entrare più spesso almeno chi già ha le chiavi del mio cuore…





Ho scelto l’amore

30 10 2008

Ho capito che alla fine quello che nella vita veramente conta ed è la cosa primaria e basilare è avere culo… Culo, fortuna, buona sorte, chiamatela come volete, ma resta il fatto che se la fortuna non è al tuo fianco, anche le cose più semplici da fare o da raggiungere possono diventare dei veri e propri calvari, percorsi faticosi che portano a grossi stress emotivi, che sanno farti scoprire che le parole “peggio di così non può andare” è solo utopia ed è brutto scoprire che c’è ancora di peggio di quello che avresti potuto immaginare… Non ci sono limiti, può esserci una fortuna sfrenata o una sfiga sfrenata, tutto dipende solo da come il destino in quel momento ha deciso di giocare con te…

Quindi, è così che mi ritrovai in una selva oscura che la diritta via era smarrita… L’ho presa un po troppo Dantesca la cosa? ok rifaccio, quindi mi sono accorto che non è vera la frase “se vuoi puoi” anzi è proprio una cazzata immane, perchè te come persona si che vuoi e cerchi di ottenere, ma se le cose non decidono di farti ottenere puoi star tranquillo che nemmeno con una bacchetta magica, un miracolo, o andando a Lourdes le ottieni… Alla fine tutto mi ha portato a sacrificare sempre di più quello che stava attorno a me, fino al limite, fino all’insostenibile, è come un maratoneta che corre come un matto, ad un certo punto stanco, sudato e con il fiatone si ferma, si gira indietro e vede che non ha guadagnato nemmeno un metro, allora si sposta dalla strada, si mette sul prato affianco, e si sdraia a guardare il cielo, piano, piano i sensi tornano ad evidenziare il profumo dell’erba, i colori delle cose sono più vivi, ti accorgi di aver perso di vista un po “il gusto del vivere”, ti accorgi di aver trascurato quello che avevi intorno solo per raggiungere l’arrivo a tutti i costi…

Beh… sapete una cosa, io alla fine ho deciso, non me ne frega più niente dell’arrivo, se lo vedrò o non lo vedrò no cambia nulla, ho deciso per l’amore verso me stesso, e verso la mia ragazza, ho deciso che la strada da fare la voglio fare mano nella mano con lei fermandomi di tanto in tanto a cogliere un fiore lungo la strada per regalarglielo, camminando insieme, chiaccherando, ridendo, gustandoci giorno per giorno i colori delle stagioni, i profumi dei luoghi, i sapori delle nostre labbra… La vera bellezza di tutto non stà nel raggiungere l’arrivo, ma nel godersi metro dopo metro il viaggio…

…e ora ne ho le prove!!!

lacio drom a tutti…





Mille significati in una foto… questo è il mio pensiero…

25 07 2008

1888569-lg.jpg





In un sol respiro…

16 04 2008

vologitano.jpg

Lei è parte di me, respira con i miei polmoni, ama con il mio cuore, cammina con i miei muscoli, ride con la mia bocca, pensa con la mia testa, la sua ombra sono io, in suo stomaco è il mio, senza parlare lei mi sente, senza luce lei mi vede, se lei se ne va… rimarrà di me solo lo spettro della mia anima…